27/11/08

Il tema astrale. Estratti


Tra le numerose sfaccettature del mio carattere che il tema astrale di Carlito ambirebbe a svelare ce ne sono diverse che calzano incredibilmente con il mio reale modo di essere. Magari è un semplice caso. O forse, in qualche modo, ho solo bisogno di trovare una giustificazione di me stessa. Resta il fatto che certe caratteristiche coincidono sul serio.
Un esempio: "Instabili, velleitari, esitate a scegliere, cosa che può apparire come un sintomo di ipocrisia o di vigliaccheria. Possedete un talento straordinario ad evitare ogni situazione conflittuale. Sempre alla ricerca di un equilibrio, è meno importante l’arrivare che il tendere a qualcosa."

Chi di voi mi conosce bene dovrebbe avere una vaga idea di cosa stiamo parlando. Quella che per certi versi potrebbe sembrare una dote, spesso e volentieri mi fa cadere in situazioni che hanno del patologico. Senza star lì a toccare l'argomento infelice dei miei deliri sentimentali con cui preferisco di gran lunga ammorbarvi dal vivo, in generale, questo oscillare continuo, questa mania di evitare il conflitto, mi portano a dover sopportare mal volentieri situazioni di cui, tra l'altro, me ne frega ben poco. Esempio clamoroso e di grande attualità è il fatto che continuo a sentire e ad accettare inviti a cena di persone con cui mi annoio, che il più delle volte mi irritano. Persone che, di fondo, proprio non sopporto e alle quali non so dire di no. Salvo poi tirarmi virtuali martellate sui miei coglioni immaginari per tutto il tempo che mi tocca trascorrerci insieme. E anche a questo proposito il tema astrale ha da dirci la sua: "avete difficoltà a prendere posizione a causa di una sensibilità eccessiva all’approvazione altrui". Cosa c'è di sano/normale/positivo nel cercare l'approvazione di persone che nemmeno stimiamo?

Se bastasse cambiare data di nascita...

7 commenti:

martita ha detto...

A questo proposito ho acquistato da poco un libricino fantastico dal titolo "Sfigology, il lato oscuro della tua data di nascita". Si tratta di uno spassosissimo manuale di astrologia il cui retro di copertina cita "In qualunque giorno siate nati, una cosa è certa: era IL GIORNO SBAGLIATO"... Allora quando ti resoconto la mia vita sentimentale minuto per minuto non mi sfanculi solo per un blocco astrologico-emotivo???

alexander ha detto...

...e se ci fosse qualcosa di autopunitivo nel volontariamente frequentare famigerati rompicoglioni??

Mme ha detto...

non saprei alex (tra l'altro, alex: ma sei proprio l'alex?)... forse preferisco continuare a pensare che sia tutta colpa del mio giorno di nascita!

martita sai che ti ascolterei per ore e te vojo troppo bene!!

baci baci

martita ha detto...

Amore....che voglia di vederti!!!

Bellaile ha detto...

Certo scegliere non è facile perchè implica sempre il rischio che qualcuno ci rimanga male. Ma il punto non sono gli altri, sei tu, perciò la domanda non è come farli contenti tutti, ma che cosa fa contenta te.

Mme ha detto...

ile è esattamente quello che dovrei fare: pensare a quello che mi fa stare bene. e fottermene un po'. Anche solo per una questione di gestione del tempo: perchè sprecare ore preziose in compagnia di imbecilli?
ma ... considerata la data di nascita comune condividi per caso anche tu lo stesso problema?

Bellaile ha detto...

Lo condividevo eccome!
Diciamo che lo sto superando, sono sulla strada che dall'accondiscendenza porta all'aggressività e non vedo l'ora di diventare insopportabilmente arrogante:-)